Isole nel tempo - Nata dal fuoco. Intervista con Matt Hamilton

Un regno di incomparabile bellezza e biodiversità, creato dalla collisione di due mondi diversi attraverso un processo durato milioni di anni.

Disegnami un camoscio. Intervista con Anne Lapied

Un bimbo, i suoi nonni, le montagne. Si chiama Disegnami un camoscio il film che i documentaristi francesi Erik e Anne Lapied presentano sabto 18 novembre a Sondrio Festival 2017, un progetto “tutto in famiglia”: il protagonista infatti è il loro nipotino Colin, che durante le vacanze li raggiunge nel loro rifugio nel Parco del Gran Paradiso e li accompagna in montagna.

Storia di una leonessa, 50 anni dopo. Intervista con Tania Esteban

Il film Nata libera nel 1966 fece conoscere in tutto il mondo la storia di protezione, amore e determinazione che unì l’attrice e ambientalista Virginia McKenna alla leonessa Elsa. Cinquant'anni dopo, la giovane documentarista Tania Esteban ha deciso di tornare nei luoghi di quella vicenda, nel parco nazionale di Meru, in Kenya, per raccontare come prosegue la missione di Virginia per proteggere i leoni e gli sviluppi della lotta contro il bracconaggio che minaccia la fauna selvatica del Paese africano.

Pagine

Benvenuti al Sondrio Festival

Sondrio Festival è una rassegna internazionale unica nel suo genere, dedicata principalmente ai documentari naturalistici, di alto livello scientifico e cinematografico, realizzati nei parchi naturali e aree protette di tutto il mondo. Dal 1987 si svolge ogni anno a Sondrio, in ottobre, nel corso di una settimana.

Le opere presentate in concorso sono selezionate fra le migliori produzioni mondiali: nell'albo d'oro del Festival figurano registi provenienti da ogni parte del pianeta e personalità famose nel settore del documentario naturalistico.

Possono anche essere previste ulteriori sezioni tematiche del Festival per i documentari realizzati in aree naturali che evidenzino problemi legati all'ambiente, alla sua conservazione, alle attività umane, all’agricoltura e allo sviluppo sostenibile.

La Giuria Internazionale del Festival è composta da documentaristi, produttori, naturalisti, gestori dei parchi e giornalisti.

Obiettivi del Festival sono la diffusione della cultura dei parchi, delle aree protette e della salvaguardia dell'ambiente, l'educazione ambientale e la promozione/valorizzazione del documentario naturalistico.

Sono coinvolti nel corso di una settimana un vasto pubblico e i ragazzi delle scuole che hanno l'opportunità di confrontarsi con documentaristi, naturalisti e amministratori dei parchi.

Oltre alle proiezioni dei documentari in concorso, con la presenza degli autori (in anteprima serale, con repliche al mattino e al pomeriggio per scuole e famiglie), sono in programma convegni, mostre, spettacoli, incontri e attività di educazione ambientale per le scuole.